Blechnum gibbum

Famiglia:
Nome: 
Blechnum gibbum
Tipologia pianta: 
Sempreverde

Piccola felce arborea con ‘tronco’ che può svilupparsi fino a 30-40 cm in altezza. Le fronde si aprono in un vaso composto e sono disposte a rosetta. Il rizoma è nero; gli steli sono ricoperti di scaglie, le fronde sono dimorfiche: quelle fertili con pinne più strette. L’aspetto è simile a quello di una palma e grazie alla buona sostanza delle lamine è adatta anche ad essere coltivata come pianta da appartamento.

Origine: 

Nuova Caledonia e isole del Sud Pacifico

Clima: 

B. gibbum cresce in regioni con un clima molto mite dove l’escursione termica tra le due principali stagioni si aggira sui 13-15°C. L’estate, che va da dicembre a marzo, è anche il periodo più piovoso con temperature medie massime attorno ai 30° e medie minime di 23-24°C. Al contrario il momento più asciutto coincide con i mesi invernali caratterizzati comunque da temperature medie minime di crica 17°C e medie massime di 23°C: la frequenza delle piogge è costante ma cambia la portata delle precipitazioni (da una media massima di 110-130 mm in estate a 60-70 mm in inverno). Facendo un confronto con il nostro clima continentale, si può dire che B. gibbum vive in luoghi dove è sempre primavera: per questo motivo questa felce è adatta ad essere coltivata in casa dove sono garantite condizioni di temperatura costanti per tutto l’anno.

Temperature minime: 
5-10°C
Temperature massime: 
35-40°C
Condizioni di illuminazione: 

In natura B. gibbum crese in regioni dove il fotoperiodo è particolarmente lungo e costante: in media ogni giorno dell’anno il sole sorge alle 6 e tramonta verso le 18.

In coltivazione è bene conservarlo in luce media. La sua bassa statura comporta che viva in natura protetta dalla chioma di alte piante. Questo per quanto riguarda l'esterno. Se coltivata come pianta da appartamento esporre alla luce, sempre filtrata.

Condizioni atmosferiche: 

L'umidità ambientale deve essere garantita per tutto l'anno.

PH terreno: 
neutro
Composizione terreno: 

 Terriccio per piante: corteccia, foglie, torba bionda, materiale grossolano tipo pomice, argilla espansa, perlite, fibra di cocco. Il terreno di coltivazione deve essere fresco, ricco di humus e ben drenato.

Necessità idriche: 

B. gibbum mal sopporta l’irregolarità nell’irrigazione: è quindi indispensabile mantenere il terreno costantemente fresco, evitando che risulti intriso di acqua (che può fare marcire o soffocare il rizoma). Anche le condizioni di umidità ambientale devono essere buone. Se si coltiva in casa si avrà premura di conservare la pianta in posizione ben illuminata, insieme ad altre piante, aggiungendo contenitori pieni di acqua che,evaporando, possa aumentare il tenore di umidità dell’aria.

Blechnum gibbum garden studio bologna vivaio progettazione giardino terrazzo
blechnum gibbum garden studio bologna vivaio progettazione giardino terrazzo
blechnum gibbum garden studio bologna vivaio progettazione giardino terrazzo
blechnum gibbum garden studio bologna vivaio progettazione giardino terrazzo
Blechnum gibbum garden studio bologna vivaio progettazione giardino terrazzo
© 2017 GARDENStudio Bologna Vivai di Elisabetta Cavrini
Azienda agricola individuale a conduzione diretta
Via Dugliolo 5/A - 40050 Mezzolara (Bologna)
Partita IVA 00122731201
Tel./fax 051 805294
Mobile 348 5733980
info@gardenstudio.it
Privacy Policy