Le api e i fiori – mezzi di comunicazione

Si sa che i fiori, per attirare gli insetti impollinatori, mettono in campo le migliori risorse: colori, 
profumi, forme... 
Si è scoperto però che anche l’elettricità svolge un ruolo fondamentale in questa ‘attrazione 
fatale’... 
 
Le api si caricano positivamente durante il volo, mentre le piante hanno un potenziale elettrico 
negativo rispetto all’atmosfera. Questo consente al polline di rimanere attaccato agli insetti 
quanto basta per essere trasferito da un fiore all’altro o da un fiore all’arnia. 
 
La novità sta nella scoperta che il campo elettrico creato dai fiori cambia in relazione alla quantità
di nettare che contengono. E’ al massimo, vale a dire 30 volt, quando il nettare è molto; poi cala 
proporzionalmente man mano che gli insetti bottinano. Quando il campo elettrico è debole, indice 
di mancanza di nettare, le api non lo percepiscono e non vengono attratte. In questo modo 
evitano di ‘perdere tempo’ volando su fiori privi di bottino e si dirigono su quelli ricchi di nettare e 
polline. 
Ancora, molti fiori sfoggiano colori brillanti quando sono carichi di nettare e diventano più tenui 
quando ne sono privi.
© 2017 GARDENStudio Bologna Vivai di Elisabetta Cavrini
Azienda agricola individuale a conduzione diretta
Via Dugliolo 5/A - 40050 Mezzolara (Bologna)
Partita IVA 00122731201
Tel./fax 051 805294
Mobile 348 5733980
info@gardenstudio.it
Privacy Policy